Passa ai contenuti principali

Pagella Stagione 2016-2017 S.S.C. Napoli


Pagina Instagram
Pagina Google+
Pagina Facebook

Eccoci tornati con un nuovo articolo, oggi andremo ad analizzare e darò i miei giudizi alla stagione del Napoli, gli uomini di Maurizio Sarri hanno fallito sia il sogno scudetto, che l'obbiettivo Champions, ma è stata una stagione comunque molto positiva. Prima di iniziare vi ricordo di seguire le pagine Instagram, Facebook e Google+ e attivate le notifiche relative ai post in modo da rimanere sempre aggiornati col Blog del Tifoso e sul mondo dello sport. Detto questo iniziamo.

José Reina: 6.5

Lo spagnolo ha fatto diversi errori ma è l'uomo in più del Napoli, ha tanta grinta e carattere, ottime alcune prestazioni come quella contro la Roma allo stadio Olimpico.

Rafael: S.V.

Mai impiegato da Sarri, neanche in Coppa Italia. Per la sua carriera dovrebbe trovarsi un'altra squadra.

Luigi Sepe: S.V.

Mai giustamente impiegato, invalutabile.

Christian Maggio: 6+

Impiegato veramente poco, ma ha sfruttato abbastanza bene le sue occasioni. Uno di quelli che ama veramente la maglia, dovrebbe giocare di più.

Elseid Hysaj: 6.5

Bella stagione dell'albanese che però può ancora migliorare tanto, visto alcuni errori che fa. Nel complessivo bella annata.

Kalidou Koulibaly: 7.5

Koulibaly è definitivamente esploso, questa stagione si è consacrato dimostrandosi il perno della difesa del Napoli, nonostante faccia ancora parecchi errori.

Raúl Albiol: 7.5

Sembra che non sia così indispensabile, ma quando è stato fuori la sua mancanza si è molto sentita, Albiol è fondamentale per la difesa partenopea.

Nikola Maksimovic: 6-

Il suo primo anno con la maglia del Napoli non è granchè. Ha ancora tanto da imparare e l'anno prossimo sicuro si rifarà.

Vlad Chiricheş: 5

Brutta stagione per il rumeno, ha giocato poco e male. Diversi errori evitabili, comunque rimane un buon difensore.

Lorenzo Tonelli: 6.5

Sarri lo ha voluto ma non lo ha impiegato, quando in inverno è stato messo in campo, non solo ha giocato bene in fase difensiva ma ha anche segnato reti decisive. Dopo i due match Tonelli si è infortunato dopo di che non ha più giocato.

Faouzi Ghoulam: 6+

L'algerino si dimostra un buon terzino ma pecca ancora in fase difensiva. Deve migliorare sotto questo aspetto.

Ivan Strinic: 6

È stato impiegato poco e non ha stupito così tanto.

Reparto difensivo: 5.5

Abbastanza buono il reparto difensivo dei partenopei anche se si fanno troppi errori e il Napoli ha preso troppi gol.


Marek Hamsik: 8-

Grandissima stagione del capitano del Napoli, classe, grinta e tecnica. Anima bandiera e simbolo del Napoli targato Maurizio Sarri. Lo specchio della squadra. Partite sbagliate? Quasi zero.

Allan: 6

Stagione altanelante per il brasiliano ma nel complessivo abbastanza buona.

Jorginho: 5.5

Una stagione non bellissima per l'ex Hellas Verona, molto inferiore rispetto a quella dello scorso anno. Comunque non è un centrocampista da buttare, rimane un buon giocatore.

Pitor Zielinski: 7

Nel suo primo anno di Napoli Zielinski si rivela un talento straordinario. L'ex Udinese dimostra che può diventare un grandissimo giocatore. Deve ancora migliorare tanto però.

Marko Rog: 6

A lui il talento non manca, ma è penalizzato da due fattori, il primo è che il Napoli non gioca con un trequartista, il secondo è che Sarri non sperimenta la rosa. Quest'anno deve cercare di esprimere tutto il suo potenziale.

Amadou Diawara: 7-

Ad inizio stagione si rivela un talento formidabile, a centrocampo detta i tempi giusti, fa ripartire la squadra e ruba così il posto da titolare a Jorginho, nel girone di ritorno però, inizia a calare, cosa normale per i giovani senza esperienza.

Emanuele Giaccherini: 6.5

Meritava molto più spazio, quando è stato chiamato in causa ha fatto molto bene. Meritava di più.

Centrocampo: 7

Un bel centrocampo quello azzurro, che pecca però nella fisicità. Ripartenze veloci, palloni recuperati, e inserimenti sono il punto forte della metà campo partenopea.


Lorenzo Insigne: 7.5

Stagione meravigliosa per Insigne, l'ala del Napoli ha fatto sognare i tifosi. Numeri del nazionale azzurro sono straordinari, il non doversi alternare con Mertens lo ha sicuramente aiutato.

Arkadiusz Milik: 6.5

Parte fortissimo ma purtroppo per lui subisce un infortunio al crociato, quando rientra si ritrova a fare la riserva di uno scatenatissimo Mertens, e non rende più come prima. Quest'anno però farà bene.

José Maria Callejon: 6.5

Prestazioni altalenanti ma nel complesso buone per lo spagnolo che quest'anno dovrà impegnarsi di più per non farsi rubare il posto da Ounas.

Dries Mertens: 8.5

Stagione straordinaria, adattato a prima punta ha stupito tutti, vicecapocanniere della Serie A. L'infortunio di Milik e la squalifica di Gabbiadini sono state la sua fortuna, Mertens è rinato questa stagione.

Manolo Gabbiadini: 6+

Ci si aspettava di più da Gabbiadini, ma l'ex Samp ha comunque deciso diverse gare, come quella contro la Viola. In Inghilterra si sta rifacendo. Sarebbe bello rivenderlo da protagonista con la maglia partenopea.

Leonardo Pavoletti: 5.5

Non ha saputo rendere come ha fatto col Genoa, uno di quei giocatori che fanno bene in un determinato ambiente. A Udine, se andrà, farà bene ma con la maglia del Napoli non ha stupito.

Reparto offensivo: 9-

Il miglior attacco d'Italia, sotto porta il Napoli non ha rivali, sembrava una disgrazia la partenza di Higuain, l'infortunio di Milik e la squalifica di Gabbiadini, e invece di tutti e tre non si è sentita la mancanza. Uno strepitoso Mertens ha trascinato il Napoli.


Allenatore: 7

Gran tattico, un gioco stupendo, ma c'è il solito problema: Sarri fa giocare sempre gli stessi. Lo scorso anno il Napoli ha fatto una campagna acquisti straordinaria, ma alla fine i neoacquisti non hanno trovato tanto spazio. Il trascinatore del Napoli quest'anno è stato il belga Dries Mertens che è stato adattato a prima punta ma non per un'idea di Sarri, ma perché il tecnico partenopeo è stato costretto a farlo perché non aveva attaccanti a disposizione. Fino a quando non farà girare la rosa, non diventerà un grande allenatore.

Società: 7.5

Nel mercato il Napoli non ha sbagliato nulla, gente d'esperienza e giovani di prospettiva. ADL e Giuntoli si confermano un'accoppiata micidiale per quanto riguarda il mercato.

Complessivo: 7.5

Il miglior attacco e il miglior gioco d'Italia, ma ancora troppi errori difensivi, e come ho detto all'inizio il Napoli non ha centrato gli obbiettivi prefissati.


Se l'articolo ti è piaciuto lascia un like e un commento, in caso contrario scrivimi cosa non ti è piaciuto. Vi ricordo di seguire le pagine Instagram e Facebook e Google+ e di attivare le notifiche relative ai post in modo da rimanere sempre aggiornati col Blog del Tifoso e sul mondo dello sport. Ci vediamo prossimamente con un nuovo articolo.

Pagina Instagram
Pagina Google+
Pagina Facebook

Di Simone Palumbo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Che partita... orrenda, l'Italia ne prende tre al Bernabéu. Le cause della sconfitta

Pagina Instagram
Pagina Facebook
Pagina Google+

"Vi stupiremo" queste le parole di Ventura alla vigilia del match contro gli iberci, e almeno su questo il tecnico della nazionale non ha sbagliato, nessuno però si aspettava una prestazione così brutta degli azzurri che in partita non sono mai entrati, giornata perfetta per la Spagna che ha potuto fare tutto quello che voleva, si è goduta le giocate di Isco e il ritorno del suo miglior marcatore, David Villa.


Ma quali sono le cause di questa pesante sconfitta?
Sicuramente il modulo ha inciso, le partite si vincono a centrocampo e non ti puoi permettere di andare ad affrontare la Spagna, che fa del possesso la sua arma migliore, con solo due uomini in mezzo al campo. Ma questo non è l'unico motivo per il quale l'ipotesi 4-2-4 doveva essere scartata immediatamente, gli azzurri contro la Roja si sono schierati con Darmian e Spinazzola, due che nei rispettivi campionati non hanno giocato neanche un minuto, e sebbene Darmian …

Rassegna stampa (23 Luglio 2017)

Pagina Instagram
Pagina Facebook
Pagina Google+

Buona domenica a tutti oggi è giorno di rassegna stampa. Prima di iniziare a vedere le pagine dei principali quotidiani italiani e non solo, vi ricordo di seguire le pagine Instagram, Facebook e Google+ del Blog del Tifoso e di attivare le notifiche relative ai post in modo da rimanere sempre aggiornati col Blog e col mondo dello sport. Iniziamo.

Tuttosport:

Juve You Can, gioco di parole che fa intendere che la trattiva per Emre Can è fattibile, c'è già l'accordo col giocatore che è in scadenza. Manca però l'accordo col Liverpool che vuole prima trovare un centrocampista che possa sostituirlo.

Il Corriere dello Sport:


Il Diavolo c'è e si vede, grandissima la vittoria in I.C.C. del Milan per 4-0 sul Bayern Munchen e il Corriere gli dedica giustamente la prima pagina. Spazio anche per il mercato e per i ritiri estivi, la Juve vuole Can ma Klopp si oppone, all'Inter piace Karamoh, Conte vuole Candreva, Immobile e Keita…

Rassegna Stampa (16 Luglio 2017)

Buona domenica a tutti, oggi è giorno di rassegna stampa. Ogni domenica andremo a vedere le prime pagine dei principali quotidiani italiani e non solo, fatemi sapere se questa serie vi piace attraverso un commento, e ricordatevi di seguire le pagine Facebook, Instagram e Google+ dedicate al Blog. Vi anticipo che domani e ogni lunedì aprirò un sondaggio. Iniziamo.
Pagina Instagram
Pagina Facebook
Pagina Google+
La Gazzetta dello Sport:

La Gazzetta dedica la prima pagina alle milanesi e al mercato diverso che stanno facendo, infatti abbiamo visto un Milan pigliatutto mentre l'Inter non ha ancora fatto gran che, complice anche il Fair play finanziario da ripagare. Nonostante questo Spalletti rassicura i tifosi dicendo che a fine campionato l'Inter sarà tra le prime quattro pur sottolineando che c'è bisogno di qualche rinforzo.
Tuttosport:

Il quotidiano torinese intitola così la prima pagina, dicendo in maniera quasi frustrata a Montella di fare ora la sua parte. Il tecnico rosso…